Proiezione del film: "Lo spaccone"

Robert Rossen IntroduceRanieri Polese

Proiezione del film: "Lo spaccone"

domenica 29 maggio 2016, ore 20.00
teatro Bolognini - Via del Presto, 5
 euro 3.00

Considerato uno dei capolavori della storia del cinema americano e nominato a ben nove premi Oscar, Lo spaccone è un film del 1961 tratto dal romanzo di Walter Tevis e interpretato dal mito di Hollywood Paul Newman. “Eddie lo svelto” è un giocatore di biliardo di grande talento, ma si butta via perché non ha carattere, beve: è uno spaccone. Viene avvicinato da un manager cinico e senza scrupoli che lo fa giocare sui biliardi che contano. Per lui non c’è niente che valga più di una partita a biliardo, neppure la vita della donna che lo ama. Con una stecca tra le mani, Eddie si trasforma in un essere cinico e spietato. Il suo sogno e ossessione è battere il campione in carica, Minnesota Fats (Jackie Gleason), per diventare il primo, il più grande. Un ruolo fatto apposta per Paul Newman che avrebbe, nel corso degli anni, interpretato altri eroi negativi individualisti, scontrosi e antipatici: i ribelli, che tanto piacevano e piacciono al pubblico.

Robert Rossen (1908-1966) iniziò a Broadway, come regista teatrale, prima di dedicarsi al cinema come soggettista, sceneggiatore e poi regista. Tra i suoi film: A sangue freddo (1947), Anima e corpo (1947), Tutti gli uomini del re, sulla corruzione politica (1949, premio Oscar), Fiesta d’amore e di morte (1951). Nel ’54 a causa del maccartismo venne in Italia dove girò Mambo con Silvana Mangano, Alessandro il Grande (1956), L’isola nel sole (1957), Cordura (1959) e Lilith-La dea dell’amore (1964).

Ranieri Polese è giornalista e critico letterario del Corriere della Sera, di cui ha diretto le pagine culturali. Ha scritto per La Nazione, L’Europeo. È membro del Sindacato nazionale critici cinematografici e ha fatto parte della Commissione selezionatrice della Mostra del Cinema di Venezia. Tra le sue pubblicazioni: Il film della mia vita (Rizzoli, 1995); la prefazione di Le mie canzoni di Vasco Rossi (Mondadori). Ha curato l’Almanacco Guanda.

Programma
edit

Lingue