ll gioco nell’infosfera: il dominio dei videogiochi

Luca De Biase

ll gioco nell’infosfera: il dominio dei videogiochi

domenica 29 maggio 2016, ore 16.00
sala Maggiore Palazzo Comunale - piazza del Duomo, 1
 euro 3.00

I videogiochi sono i giochi che si giocano con un video? In realtà, sono la dimensione ludica dell’iperstoria, il tempo dell’infosfera. Nel Novecento, la fenomenologia dei videogiochi si concentrava di solito sulle storie, sulle macchine, sul gigantismo dell’industria. Soprattutto si rifletteva sulle storie, si raccontavano i videogiochi come simulazione o come apprendimento, come liberazione di identità plurime, come competizione, come accettazione volontaria di regole a scopo di svago. Ma tutte queste cose non li distinguono dagli altri giochi. Casomai i videogiochi mostrano queste qualità del gioco in modo molto esplicito. Le loro caratteristiche implicite sono più interessanti: le regole sono spesso ciò che va scoperto per proseguire e vincere nel gioco; la commistione tra autorialità delle storie e il protagonismo dell’utente; il confine mobile tra il gioco, volontario, e la realtà, obbligatoria. I giochi nell’infosfera esplorano la realtà dell’infosfera: l’algoritmo.

Luca De Biase, giornalista, ha fondato e guida Nòva, la sezione dedicata all'innovazione del Sole 24 Ore. Sul suo blog scrive di economia della conoscenza ed ecologia dei media. Insegna media digitali all’Università di Padova e alla Bocconi. È stato presidente della Fondazione Ahref fino al 2014. È co-fondatore dell’Associazione MediaCivici e dell’associazione Italia Startup. È membro della Commissione della Camera dei Deputati che ha scritto la Dichiarazione dei diritti in internet. Tra i suoi libri ricordiamo: Giornalisti online: manuale di giornalismo nell’epoca di internet (Yema, 2003); Economia della felicità. Dalla blogosfera al valore del dono e oltre (Feltrinelli, 2007); Cambiare Pagina. Per sopravvivere ai media della solitudine (Rizzoli, 2011); Scienza della conseguenza (40k, 2012); I media civici. Informazione di mutuo soccorso (Apogeo, 2013); Homo pluralis. Essere umani nell'era tecnologica (Codice, 2015).

Programma
edit

Lingue