Sen

Amartya Sen

Amartya Sen, premio Nobel per l’Economia nel 1998, Lamont University Professor, ha insegnato presso le università di Calcutta, Cambridge, Delhi, Oxford, Harvard e alla London School of Economics. Rettore del Trinity College di Cambridge dal 1998 al 2004, attualmente è docente di Economia e Filosofia all’università di Harvard. Tra le sue opere tradotte in più di trenta lingue ricordiamo: La diseguaglianza. Un riesame critico (Il Mulino, 2000); Utilitarismo e oltre (con B. Williams, Net, 2002); Etica ed economia (Laterza, 2002); Scelta, benessere, equità (Il Mulino, 2006); Identità e violenza (Laterza, 2006); La libertà individuale come impegno sociale (Laterza, 2007); Lo sviluppo è libertà (2001); Globalizzazione e libertà (2003); La democrazia degli altri ( 2005); L’altra India (2006); L’idea di giustizia (2010) per Mondadori.

Amartya Sen

Giustizia, libertà, uguaglianza

sabato 29 maggio 2010, ore 11.30
piazza del Duomo
 euro 3.00

Che cos’è la giustizia? Si possono diminuire i fenomeni più palesi di ingiustizia? La lezione di Amartya Sen, premio Nobel per l’economia e maestro del pensiero contemporaneo, sulla teoria che ha tracciato e sul legame fra giustizia, libertà e uguaglianza. “L’esigenza di inquadrare la giustizia a partire dalla realtà concreta è legata all’idea che la giustizia non può essere indifferente alla vita che ciascuno di noi è effettivamente in grado di vivere. Nel considerare la natura della vita umana ci interessiamo non soltanto alle tante cose che riusciamo a fare ma anche alla nostra effettiva libertà di scelta tra vari tipi di vita. Avere la possibilità di pensare e di scegliere è uno degli aspetti più importanti della vita umana” dice Amartya Sen che parlerà delle dirette conseguenze sulla filosofia politica e morale dell’impostazione della sua teoria di giustizia.

Amartya Sen, premio Nobel per l’Economia nel 1998, Lamont University Professor, ha insegnato presso le università di Calcutta, Cambridge, Delhi, Oxford, Harvard e alla London School of Economics. Rettore del Trinity College di Cambridge dal 1998 al 2004, attualmente è docente di Economia e Filosofia all’università di Harvard. Tra le sue opere tradotte in più di trenta lingue ricordiamo: La diseguaglianza. Un riesame critico (Il Mulino, 2000); Utilitarismo e oltre (con B. Williams, Net, 2002); Etica ed economia (Laterza, 2002); Scelta, benessere, equità (Il Mulino, 2006); Identità e violenza (Laterza, 2006); La libertà individuale come impegno sociale (Laterza, 2007); Lo sviluppo è libertà (2001); Globalizzazione e libertà (2003); La democrazia degli altri ( 2005); L’altra India (2006); L’idea di giustizia (2010) per Mondadori.

Programma
edit





edit

Lingue